You are here

Dieta sana e buone abitudini evitano l'emicrania

Uno studio pubblicato sulla rivista Neurology, condotto dall'Università di Oslo, ha concluso che gli adolescenti in sovrappeso, oppure che fumano o ancora che non fanno sufficiente esercizio fisico, hanno maggiori probabilità di soffrire di mal di testa ed emicrania.

Per emicrania si intende una malattia cronica in cui il paziente soffre di ripetuti attacchi di mal di testa, che possono durare da 4 a 72 ore. Il dolore è lancinante la persona lamenta anche nausea e fastidio per la luce e il rumore.

Per lo studio sono stati intervistati 6000 studenti di età compresa tra i 13 ei 18 anni, e le risposte hanno confermato che coloro che hanno seguito cattive abitudini alimentari, specialmente quelle già citate (sovrappeso, mancanza di esercizio fisico, fumo), mostravano probabilità 3.4 volte maggiori di soffrire di mal di testa.

Il 55% degli studenti che hanno riferito cattive abitudini avevano spesso mal di testa, mentre nel gruppo che ha mantenuto buone abitudini alimentari si registrava solo un 25% di sofferenti. Tra i giovani che indicavano solo uno dei fattori negativi sopra menzionati, la maggiore probabilità di accusare emicrania si riduceva a 1.8 invece del 3.4 di chi riferiva cattive abitudini generalizzate.

Esaminando ognuno dei fattori, coloro che sono in sovrappeso hanno il 40% più probabilità di avere mal di testa, i fumatori il 50% e i sedentari il 20%.

La ricerca dimostra quindi che le buone abitudini alimentari, e in particolare una dieta attenta, non solo sono di generale beneficio per la nostra salute, ma aiutano anche ad evitare problemi specifici come l'emicrania. Un altro buon motivo per condurre una vita sana.