You are here

La crisi nella dieta di mezza età: come evitarla

Bastano alcune attenzioni per superare senza troppi danni il naturale rallentamento del metabolismo dovuto all'età; ecco qualche semplice correzione dello stile alimentare che può portare notevoli vantaggi.

Com'è noto, il tempo che passa porta nuove linee sul viso, un nuovo colore di capelli (grigio) e un nuovo punto vita, ma non tutti i cambiamenti nel nostro corpo sono da attribuire solo ai decenni passati.

Le nostre abitudini alimentari, l'atteggiamento e il nostro approccio alla vita quotidiana possono giocare un ruolo determinante.

Con l' età, i corpi tendono a perdere in muscolatura e ad aumentare in grasso, e al tempo stesso i nostri bisogni nutrizionali si modificano significativamente ma in modo così graduale che non siamo in grado di avvertirlo da un giorno all'altro.

Dopo l'età di 20 anni, il metabolismo rallenta infatti gradualmente ogni decade, per cui l'aumento di peso non è avvertibile in modo immediato ma si insinua lentamente. Fortunatamente, abbiamo la possibilità di esercitare un certo controllo sul corpo e intervenire per contrastare gli effetti indesiderati del rallentamento del metabolismo.

Ecco alcune strategie per evitare la crisi della dieta di mezz'età

1) Dare una limata alle porzioni abituali

Mediamente, una donna di 40 anni necessita di circa 100 calorie al giorno in meno, rispetto a una donna di 20.

Non c'è bisogno di rinunciare ai vostri piatti preferiti, è più facile tenere sotto controllo le calorie riducendo, anche di poco, le dimensioni. Per evitare l'aumento di peso è importante mangiare abbastanza proteine di alta qualità, come carne magra, pollame e pesce, ma senza esagerare.

Per le donne di oltre 25 anni, si raccomandano 50 grammi di proteine al giorno. Un pezzo di pollo, delle dimensioni di un mazzo di carte, per esempio, contiene 21 grammi di proteine. Una tazza di latte scremato circa 8 grammi e una tazza di fagioli 15 grammi.

2) Tenere in forma il cervello (con frutta e verdura colorata)

Se ti accorgi che dimentichi le cose più del solito, non significa necessariamente che il tuo cervello si stia deteriorando. Più probabilmente si tratta solo di un po' di stanchezza di fronte ad un sovraccarico di impegni.

Così come cercate di alleggerire il vostro apporto calorico, senza però saltare i pasti, dovete tenere il cervello in forma consumando consumando un bouquet ricco di antiossidanti provenienti dalla frutta e dalla verdura. Scegliete frutta colorata, come fragole e mirtilli, oppure ortaggi a foglia verde scuro come il cavolo. Ricordate però che vi sono potenti antiossidanti anche in alcuni alimenti di colore bianco, come il cavolfiore, le cipolle e l'aglio.

Il punto fondamentale è: mangiare più frutta e verdura per mantenere sano ed efficiente il vostro cervello e il vostro corpo.

3) Equilibrare lo zucchero nelle combinazioni dei cibi

Un recente studio pubblicato dalla Columbia University Medical Center ha rilevato una correlazione tra un aumento dei livelli di zucchero nel sangue e una riduzione della lucidità mentale.

Mantenete il vostro livello di zucchero nel sangue equilibrato combinando adeguatamente i cibi, ad esempio utilizzando pane di grano integrale o cracker integrali con la marmellata a colazione, e comunque abbinando a cibi molto ricchi in zucchero altri cibi ricchi di fibre o di proteine.  Ad esempio, uno yogurt a basso tenore di zucchero rappresenta una buona combinazione di proteine e carboidrati.

Combinazioni equilibrate contribuiscono anche a ridurre l'appetito e favoriscono quindi la perdita di peso.

 

Fonte http://www.msnbc.msn.com/id/30966467