Dieta macrobiotica: equilibro tra Yin e Yang

Secondo la cucina macrobiotica ogni cibo può essere Yin oppure Yang.

I cibi Yin hanno sapore acido, amaro, oppure sono dolci o aromatici, e contengono una maggiore quantità di potassio, quelli Yang invece sono poco acidi, hanno un sapore salato o piccante, e contengono più sodio.

Il significato della parola macrobiotica è letteralmente lunga vita, si tratta di un'antichissima filosofia orientale risalente a 5000 anni fa che propone una visione olistica dell'uomo, dove il cibo è considerato fondamentale per mantenere l'armonia tra la mente e il corpo.

Weight Watchers, la dieta di gruppo

La dieta Weight Watchers, tradotto letteralmente suonerebbe Osservatori del Peso, fu ideata agli inizi degli anni Sessanta da Jean Nidetch, che desiderava mettersi a dieta senza rinunciare ai piaceri del cibo, e da allora si è evoluta diventando un vero e proprio sistema di alimentazione.

Jean prese l'abitudine di riunirsi con un gruppo di amiche che avevano lo stesso problema per scambiarsi informazioni e sostegno psicologico, opinioni e rimedi per combattere insieme la quotidiana battaglia contro i chili in eccesso.

Scarsdale: la dieta dei 14 giorni

La dieta Scarsdale è una dieta ipocalorica nata negli Stati Uniti e dipinta come miracolosa dai suoi numerosi sostenitori.

Nota anche come SMD (Scarsdale Medical Diet), la dieta Scarsdale è un programma di due settimane che si basa in primo luogo su uno scarso apporto calorico, intorno alle 1000 kcal al giorno, con un’alimentazione a base di carne, pesce magro e verdure poco caloriche, da rispettare per i quattordici giorni.

La dieta delle 1200 calorie

E' opinione diffusa tra i nutrizionisti che una dieta ipocalorica non dovrebbe comunque mai scendere al di sotto delle 1400 Kcal, essendo il fabbisogno minimo giornaliero, anche per donne minute e sedentarie, intorno alle 1800-2000 kcal.

La dieta da 1200 (kilo) calorie è dunque una dieta piuttosto severa, che si raccomanda solo per quei soggetti in sovrappeso o obesi che mostrano esami di laboratorio perfettamente normali o al più presentano lievissime alterazioni metaboliche, mentre è nettamente sconsigliata nel caso di elevato aumento del colesterolo o dei trigliceridi.

La psicodieta, dimagrire col pensiero

Con l'espressione psicodieta non si intende tanto una dieta ben codificata e riconducibile a un preciso ideatore, come possono essere per esempio al a dieta zona del Dott. Barry Sears o la Dieta Atkins, quanto piuttosto un approccio particolarmente attento agli aspetti psicologici dell'alimentazione.

I testi che riprendono la parola Psicodieta nel titolo sono infatti riconducibili a diversi autori, senza che sia possibile riconoscere un'origine unitaria.

In particolare, tra i libri sull'argomento, troviamo:

Troppo cibo fa male al cervello, pensarci fa bene

Secondo i ricercatori dell'università del Wisconsin, che hanno pubblicato la ricerca sulla rivista Cell, mangiare troppo può scatenare un' infiammazione di alcune cellule del cervello e alterare i meccanismi che regolano l'appetito (fonte ansa).

A detta dei ricercatori, la scoperta potrà aprire nuove strade per la cura dell'obesità, ma anche per disturbi correlati come il diabete di tipo due e le patologie cardiovascolari.

La dieta metabolica

La dieta metabolica stata ideata dal dottor Mauro di Pasquale, un medico canadese di chiare origini italiane.

La notorietà della dieta metabolica si deve alla promessa di ottenere risultati eccezionali in brevissimo tempo, confermata, a detta dei suoi sostenitori, da numerosi studi scientifici che ne testimonierebbero l'efficacia.

Video introduttivo alla dieta zona

Video di avvicinamento alla dieta zona di Barry Sears, a cura del consulente fitness Enrico Dell'olio, della durata di nove minuti circa.

Omega 3 per la dieta zona: tabella.

Gli alimenti ricchi dei cosiddetti omega-3 sono fondamentali per chi segue la dieta zona. Sono infatti capaci di stimolare la secrezioni degli ormoni che contribuiscono a dimagrire e conducono effettivamente a perdere perso in misura significativa.

Ecco di seguito una tabella con i dati relativi ad alcuni cibi particolarmente ricchi di omega-3.

Le regole della dieta zona

Suddividere i pasti della giornata in 3 pasti principali, più un paio di spuntini, o tre al massimo. La ragione è semplice: in questo modo il metabolismo diventa più rapido favorendo tutti i processi del nostro organismo. Inoltre consente di evitare di mangiare troppo durante un singolo pasto, perché un eccesso di cibi in un solo pasto va a bloccare il consumo di grassi con conseguente accumulo.

Pagine

Subscribe to Front page feed