You are here

Il gelato nemico della linea? Solo se si esagera.

Ma è davvero il gelato il rischio più grave per la nostra linea in questi mesi di avvicinamento all'estate e alla tanto temuta prova costume?

Secondo alcuni sarebbe invece possibile perdere circa 4 Kg in un mese mangiando il gelato al posto del solito toast con un programma alimentare ipocalorico.

Il gelato è infatti un alimento completo che può sostituire perfettamente il pranzo di mezzogiorno. Il segreto è tutto qui: mangiate pure il gelato, ma "al posto" di qualcos'altro, e non in più, oltrealla solita dieta.

Ricordate inoltre che il gelato non è consigliato in una dieta per chi ha il diabete o la gastrite”.

In ogni caso, anche se vi siete messi a dieta stretta per entrare nel costume dello scorso anno non dovete per forza rinunciare al gelato, basta essere consapevoli di ciò che si mangia.

Per gli sportivi, ecco le sostanze nutrienti che contiene un innocuo gelato a base cremosa: calcio, vitamina B2, proteine del latte, fosforo, magnesio, potassio e vitamine A e B6. Una porzione di gelato a base cremosa senza topping e aggiunte varie fornisce circa 145 calorie, che si smaltiscono con 15 minuti di corsa o 18 di nuoto, 37 minuti se preferite camminare. Per un gelato alla frutta o un ghiacciolo basterà la metà del tempo di allenamento per farlo fuori.

Ed ecco un programma per un giorno a base di gelato:

Pranzo:due palline di gelato alla crema o una coppa alla frutta.

Merenda:un caffè, uno yogurt e un biscotto integrale.

Cena:80 g di pasta o di riso, abbondante verdura cruda o cotta con un cucchiaio di olio, oppure 200 9 di pesce ai ferri o 150 g di carne ai ferri o al vapore, verdura cruda o cotta a volontà, un cucchiaio di olio, 60 g di pane.

Come si vede, non è il gelato in se stesso a minacciare la nostra linea, semmai il modo in cui lo andiamo a inserire, o purtroppo più spesso ad aggiungere, alla nostra solita dieta.