You are here

L'ottimismo non fa dimagrire

L'ottimismo aiuta in molte situazioni ma a quanto pare non quando si tratta di perdere peso.

Secondo un gruppo di ricercatori giapponesi della Doshisha University di Kyoto, l'umore delle persone potrebbe influire sulla perdita di peso.

La ricerca, coordinata da Hitomi Saito, ha tenuto sotto osservazione per un periodo di sei mesi 147 pazienti obesi. La fase di valutazione prevedeva anche una serie di questionari, compilati dai pazienti prima di iniziare il programma dimagrante e al termine dei sei mesi, utili per delineare un quadro preciso della loro personalità.

La conclusione è stata che le persone che risultavano più pessimiste prima di iniziare il programma di dimagrimento presentavano una probabilità maggiore di dimagrire rispetto a quelle che si erano dimostrate più ottimiste.

Hitomi Saito spiega che i pazienti che avevano iniziato la dieta con un minor ottimismo e, grazie alle consulenze, modificavano il loro approccio verso il programma di dimagrimento, perdevano un peso maggiore rispetto alle altre persone. Secondo Hitomi Saito, ricercatore della Doshisha University i pazienti che iniziano una dieta con minore ottimismo con l’andare del tempo ottengono un effetto positivo e modificano il loro comportamento.

L’esperto conclude dicendo che uno stato d’animo ottimista non risulta necessariamente negativo, in quanto potrebbe aiutare i pazienti a mantenere uno stile di vita sano, dove questo già esiste. Il passaggio dallo stato pessimistico iniziale a quello più ottimista non sempre è da attribuire a possibili risultati raggiunti, come ad esempio la perdita di peso, ma spesso dipende dalla maggiore consapevolezza che il paziente acquisiva attraverso le consulenze. A detta dei ricercatori la chiave di tutto risiederebbe nel pessimismo iniziale, che porta i pazienti a prendere più seriamente la cura e di conseguenza gli porta ad avere dei risultati migliori rispetto agli ottimisti che seguono la terapia con meno attenzione.

Molti potrebbero pensare che nel momento in cui si passa dallo stato di pessimista ad ottimista si rischia di riacquistare i chili perduti, ma non è così.

Gli esperti spiegano appunto, come già accennato, che la maggiore sicurezza raggiunta durante il programma di dimagrimento aiuta mantenere negli anni uno stile di vita sano utile a tenere sotto controllo il peso.

Ovviamente, è sempre necessaria una certa fiducia nell'efficacia della dieta, ma questi studi provano che un ottimismo eccessivo può avere effetti negativi sui suoi risultati.