You are here

Il rimbalzo da dieta: leptina e grelina gli ormoni coinvolti.

Un gruppo di ricercatori del Centro di Ricerca Biomedica della nutrizione e obesità (CIBERobn) ha stabilito che sarebbero gli ormoni regolatori del comportamento alimentare, in particolare la grelina e la leptina, a determinare il cosiddetto "effetto rimbalzo", ossia il rapido recupero del peso in alcuni pazienti che hanno seguito una dieta dimagrante a basso contenuto calorico.

Come ha spiegato l'autore di questo importante articolo pubblicato su 'The Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism", il Dott. Ana Belén Crujeiras dell'Università di Navarra, la grelina è una proteina sintetizzata dal duodeno e dello stomaco che suscita la sensazione di appetito e la leptina, prodotta dal tessuto adiposo, è invece l'ormone con la funzione regolatoria opposta, che inibisce l'appetito.

Crujeiras ha spiegato che "gli endocrinologi e i nutrizionisti spesso si trovano di fronte a pazienti che, dopo aver seguito un programma di perdita di peso, riacquistano i chili persi e addirittura si ritrovano un peso maggiore di quello che avevano prima di iniziare il trattamento. E' quello che viene chiamato 'effetto rimbalzo' o 'yo-yo', tipico di molte diete dimagranti".

Tuttavia, secondo la ricerca, il risultato non sarebbe uguale in tutti i pazienti, sembrano esserci soggetti più inclini di altri a riguadagnare peso e, quindi, più resistenti ai programmi di dieta."

Lo studio è stato condotto su un campione rappresentativo di un totale di 104 soggetti in sovrappeso (49 donne e 55 uomini), sottoposti a una dieta ipocalorica per un periodo di otto settimane e poi osservati nel periodo successivo per verificare la sua evoluzione

Per 32 settimane dopo il trattamento sono stati analizzati i livelli di grelina, leptina e insulina nel plasma sanguigno. Da questa analisi emerge che la risposta al trattamento appare determinata dalle caratteristiche specifiche di ciascun paziente.

 

DIETE PERSONALIZZATE PER EVITARE L'EFFETTO RIMBALZO

La chiave per identificare i pazienti che hanno più probabilità di ingrassare dopo una dieta, sconosciuta finora, sarebbe proprio nei livelli degli ormoni che regolano l'appetito. I risultati di questo studio hanno infatti mostrato che i soggetti con elevati livelli plasmatici di leptina e bassi livelli di grelina hanno più probabilità di recuperare i chili persi, rispetto a quelli con livelli più equilibrati dei due ormoni regolatori.

La possibilità di individuare i caratteristici livelli di leptina e grelina nei diversi pazienti e di adeguare di conseguenza una dieta personalizzata a ciascun caso, potrebbe garantire il successo del loro esito ed evitare il successivo aumento di peso, ciò che rappresenterebbe una svolta in endocrinologia e aprirebbe le porte a nuovi obiettivi terapeutici nella lotta contro l'obesità.