You are here

Ingrassa più la fretta che la gola (Università di Osaka)

Una ricerca giapponese dell'università di Osaka, pubblicata dal British Medical Journal il 21 ottobre 2008, ha dimostrato che trangugiare rapidamente il cibo e mangiare fino a sentirsi completamente sazi aumenta fino a tre volte le probabilità di diventare obesi, rispetto alle persone che che mangiano lentamente e con calma.

Con questo studio, sembra dunque dimostrato che i modelli di comportamento alimentare legati all'avvento del fast food sono ampiamente responsabili della pandemia di obesità.

Il professor Hiroyasu Iso e i suo colleghi hanno reclutato 1.122 uomini e 2.165 donne di età compresa tra 30 e 69 e hanno chiesto a ognuno di monitorare strettamente le loro abitudini alimentari e l'andamento dell'indice di massa corporea, indice appunto del grado di obesità.

Circa la metà degli uomini, e poco più della metà delle donne, ha affermato di aver mangiato fino a quando non sono stati completamente sazi, mostrando una probabilità doppia di essere in sovrappeso rispetto agli altri.

Poco meno della metà degli uomini, e poco più di un terzo delle donne, ha affermato di aver mangiato in fretta, e su di loro è stata calcolata una probabilità addirittura tripla, di essere in sovrappeso, rispetto a chi ha dichiarato di mangiare con calma.

La combinazione dei due comportamenti alimentari (mangiare a sazietà e mangiare in fretta) hanno avuto un effetto più che additivo sulle probabilità di essere in sovrappeso, ha informato il team di Osaka nello studio pubblicato on-line dal British Medical Journal (BMJ).