You are here

Beverly Hills: la dieta della frutta esotica

Judy Mazel ha creato la dieta Beverly Hills a partire dall'idea che i vari enzimi presenti nel nostro corpo, per quanto siano efficaci e di molti tipi specializzati, possono sbilanciarsi quando assumiamo contemporaneamente cibi di natura diversa, in particolare proteine e carboidrati, provocando disturbi digestivi che a loro volta possono causare un aumento di peso.

Assume quindi particolare importanza l'ordine con cui assumiamo il cibo.

La dieta Beverly Hills privilegia inoltre gli alimenti che non necessitano un particolare intervento dei nostri enzimi naturali, in particolare la frutta esotica che con i suoi enzimi favorisce la digestione.

Una mela infatti richiede circa quindici minuti per essere digerita, mentre i cibi proteici ne richiedono molti di più, ad esempio formaggi e carne. Una digestione ancora più lunga è necessaria per i cibi "misti" ovvero quelli con proteine e carboidrati, dove secondo la Mazel gli enzimi di proteine hanno delle difficoltà a interagire con quelli dei carboidrati.

La dieta non è consigliata a donne in gravidanza e bambini.

L'elemento chiave nella dieta di Beverly Hills è dunque la frutta, ma solo una tipologia di frutto alla volta.

Non si assumono contemporaneamente le proteine ed i glucidi ed inoltre bisogna abbinare i glucidi ad altri glucidi e grassi, mentre le proteine vanno abbinate ad altre proteine.

Per esempio, a colazione si può mangiare un ananas fresco, frutto particolarmente valido per gli enzimi che contiene, delle fragole anch'esse fresche, dell'uva, kiwi o altri frutti esotici.

Ma sempre soltanto un tipo di frutta alla volta. Tra uno e l'altro bisogna aspettare almeno un'ora.

Non si mangiano carboidrati e proteine allo stesso tempo.

Bisogna masticare molto bene per permettere agli enzimi di mischiarsi al cibo.

Per mangiare proteine o carboidrati bisogna aspettare almeno due ore dopo l'assunzione della frutta.

Una volta mangiato proteine o carboidrati, non si può più mangiare frutta fino alla colazione del giorno dopo. Se si mangiano carboidrati dopo una colazione a base di frutta, allora si può poi assumerne in porzioni illimitate.

Burro, olio, maionese, panna sono ammessi assieme a proteine o carboidrati, ma non vanno mangiati insieme alla frutta.

Ecco un esempio di giornate secondo la dieta Beverly Hills.

Il primo giorno soltanto ananas, in qualsiasi quantità ma solo ananas e ananas. Concludete la giornata con pannocchie di mais e insalata.

Il secondo giorno prugne a colazione, seguite da fragole, lasciando passare almeno un'ora, e la sera patate.

Il terzo giorno uva, bianca e nera, a volontà.

Gli altri giorni fino alla fine della dieta, che dura cinque settimane, sempre frutta e qualche sera un'insalatona oppure una bistecca.